Centro studi e cura Cefalee.

Missione della Fondazione: Centro studi e cura Cefalee.

La Fondazione Federigo Sicuteri – Maria Nicolodi dedica la propria attività alla Ricerca e alla Diffusione della Cultura Scientifica circa i meccanismi e la terapia del dolore. Interesse particolare è dedicato alla Prevenzione del Dolore Primario e della Cefalea Eredogenetica nei giovanissimi ed alla Terapia dei pazienti sinora definiti “incurabili”.

La Fondazione Federigo Sicuteri – Maria Nicolodi, quindi, effettua e promuove la Ricerca nell’ambito delle Scienze Biomediche ed, in particolare, nella Neurochimica e Farmacologia Clinica delle Disfunzioni Organiche e Funzionali del Sistema di Trasmissione del Dolore.

La Fondazione Federigo Sicuteri – Maria Nicolodi si viene a definire quale centro di ricerca e di riferimento per la conoscenza dei meccanismi patogenetici ed ereditari del Dolore Primario e della Cefalea. Al fine diffondere democraticamente e in modo capillare la conoscenza in questo settore, si fa carico di continua opera di sensibilizzazione mediale e di diffusione d’Informazione Scientifica e Terapeutica.

La Fondazione Federigo Sicuteri – Maria Nicolodi agisce ponendosi come polo internazionale che si impegna nella ricerca dei meccanismi dei dolori primari e nella successiva individuazione e somministrazione di nuove terapie.
Questo per il raggiungimento di due scopi fondamentali:

a) la prevenzione radicale del dolore nei giovanissimi che portano i segni della predisposizone, che è stata dimostrata dai fondatori come scientificamente individuabile;
b) la restituzione di salute ai pazienti affetti da dolore cronico quotidiano.

Inoltre si impegna nel servizio di “problem solving” medico-terapeutico per ricercatori, medici, centri di ricerca ed enti che perseguono scopi affini.
Spazio viene anche dato all’esauriente informazione per il pubblico non specializzato. A questo fine, la Fondazione offre supporti informativi, indirizzi ed aggiornamento in merito ad ogni aspetto diagnostico e terapeutico pertinente i dolori primari.